I cento anni della Casa della Vittoria di Torino

Nel 2020 compie cento anni uno dei palazzi più eleganti e misteriosi di Torino: la Casa della Vittoria in Corso Francia.

Il primo progetto risale al 1918. L’italia ha appena vinto la prima guerra mondiale. Per festeggiare l'evento il Cavaliere del Lavoro Giovanbattista Carrera dedica la sua nuova residenza torinese alla vittoria italiana.


Il progettista è l’ingegnere Gottardo Gussoni, che in questo palazzo di cinque piani fonde insieme due stili: il neogotico e il floreale. Nasce così un edificio unico dove la torretta merlata ricorda i castelli medievali mentre le linee sinuose e le decorazioni seguono i dettami liberty.


Su indicazione del Carrera Gussoni introduce elementi simbolici in forma di animali fantastici. Ecco perchè ai lati del portale in legno compaiono due spettacolari draghi che hanno guadagnato all’abitazione il nome di Casa dei Draghi.

Secondo il Carrera i draghi rappresentano la forza militare dell'Italia vittoriosa.


La Casa è completata in appena due anni dal 1918 al 1920. Diventa così per la città di Torino un segno di ripresa edilizia durante le incertezze del Primo Dopoguerra.


Ora è uno dei luoghi più suggestivi di Torino, amato dagli appassionati di architettura e ricercato dagli appassionati di Trono di Spade … a caccia del selfie con i draghi!

Il palazzo non è visitabile ma dal portale esterno è visibile l’atrio: uno stupendo spazio colonnato con scalone d’onore e ringhiera in ferro battuto.



Arte e Musei Italia è un Marchio Italiano Registrato

© 2020 by ARTE E MUSEI Italia - info@arteemusei.com

ARTE e MUSEI Italia - Membership